Comitato di Valutazione

I docenti neoassunti e con passaggio di ruolo, ai fini del superamento dell’anno di formazione e prova, devono:

  • svolgere le previste attività formative (incontri propedeutici e di restituzione finale; laboratori formativi e/o visite a scuole innovative; “peer to peer” e osservazione in classe; formazione on-line);
  • predisporre il portfolio professionale;
  • svolgere 180 giorni di servizio, di cui almeno 120 di attività didattiche;
  • sostenere il colloquio dinnanzi al Comitato per la valutazione dei docenti.

La procedura, relativa alla valutazione finale dei suddetti docenti, si articola nelle seguenti fasi:

  1. colloquio innanzi al Comitato per la valutazione dei docenti;
  2. espressione del parere da parte del Comitato;
  3. conferma o meno in ruolo del docente da parte del dirigente scolastico.

Composizione Comitato

L’articolo 1, comma 129, della legge n. 107/2015 ha novellato l’articolo 11 del D.lgs. n. 297/94, disponendo che, presso ogni istituzione scolastica ed educativa, è istituito, senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica, il comitato per la valutazione dei docenti.

Il Comitato, che dura in carica tre anni ed è presieduto dal dirigente scolastico, è composto da:

  • tre docenti dell’istituzione scolastica, di cui due scelti dal collegio docenti e uno dal consiglio di istituto;
  • due rappresentanti dei genitori, per la scuola dell’infanzia e per il primo ciclo di istruzione; un rappresentante degli studenti e un rappresentante dei genitori, per il secondo ciclo di istruzione, scelti dal consiglio di istituto;
  • un componente esterno individuato dall’ufficio scolastico regionale tra docenti, dirigenti scolastici e dirigenti tecnici.
Allegati
Decreto di Costituzione del Comitato di Valutazione del personale docente. Triennio 2022-2025.pdf